imagealt

Leonardo


DIPARTIMENTO LEONARDO- SCIENZE

Docente responsabile: Prof.ssa Paola Nichetto  - contatti:

La prof.ssa Paola Nichetto si è laureata nel 1990 in Scienze Biologiche presso l’Università di Trieste e ha conseguito le specializzazioni in Acquacoltura presso l’Università di Udine nel 1996 e quella di Tecnico Ambientale a Trieste nel 2006. Si è occupata di ricerca presso le università regionali, è stata impiegata presso il Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico ed è stata immessa in ruolo nel 2008. Dal 2008 ha lavorato presso molte scuole fino ad approdare al Liceo Scientifico G.Galilei nel 2017.

Appassionata di natura, dall’orto al mare, e di sport, dallo sci alle attività subacquee, ha partecipato a corsi di formazione e aggiornamento e si interessa di didattica, anche nello sport, e di divulgazione ecologica.

 

Mission del dipartimento

Lo studio delle Scienze naturali all’interno del Liceo scientifico è volto a sviluppare le conoscenze disciplinari e le metodologie tipiche delle scienze della Terra, della chimica e della biologia che si basano su una strategia di indagine scientifica che fa riferimento all’osservazione e alla sperimentazione, sia nel LS che nel LSSA.Nel corso del percorso lo studente matura le competenze necessarie per seguire lo sviluppo della ricerca scientifica, per individuare le interazioni tra le diverse forme del sapere, acquisendo un sicuro uso del linguaggio scientifico e utilizzando l’attività di laboratorio quale mezzo d’apprendimento per padroneggiare le procedure e i metodi di indagine propri della disciplina. L’apprendimento, soprattutto nel LSSA, viene visto anche in un’ottica di didattica integrata tra tutte le discipline scientifiche per portare l’allievo a risolvere situazioni problematiche, a porsi in modo critico e consapevole di fronte allo sviluppo scientifico e tecnologico presente e dell’immediato futuro.

 

Obiettivi formativi

A conclusione del percorso di studio gli allievi del LS dovranno:

  • aver acquisito una formazione culturale equilibrata nei due versanti linguistico-storico- filosofico e scientifico; comprendere i nodi fondamentali dello sviluppo del pensiero, anche in dimensione storica, e i nessi tra i metodi di conoscenza propri della matematica e delle scienze sperimentali e quelli propri dell’indagine di tipo umanistico;
  • saper cogliere i rapporti tra il pensiero scientifico e la riflessione filosofica;
  • comprendere le strutture portanti dei procedimenti argomentativi e dimostrativi della matematica, anche attraverso la padronanza del linguaggio logico-formale; usarle in particolare nell’individuare e risolvere problemi di varia natura;
  • saper utilizzare strumenti di calcolo e di rappresentazione per la modellizzazione e la risoluzione di problemi;
  • aver raggiunto una conoscenza sicura dei contenuti fondamentali delle scienze fisiche e naturali (chimica, biologia, scienze della terra, astronomia) e, anche attraverso l’uso sistematico del laboratorio, una padronanza dei linguaggi specifici e dei metodi di indagine propri delle scienze sperimentali;
  • essere consapevoli delle ragioni che hanno prodotto lo sviluppo scientifico e tecnologico nel tempo, in relazione ai bisogni e alle domande di conoscenza dei diversi contesti, con attenzione critica alle dimensioni tecnico-applicative ed etiche delle conquiste scientifiche, in particolare quelle più recenti;
  • saper cogliere la potenzialità delle applicazioni dei risultati scientifici nella vita quotidiana.

Gli studenti del LSSA, a conclusione del percorso di studio, oltre a raggiungere i risultati di apprendimento comuni, dovranno:

  • aver appreso concetti, principi e teorie scientifiche anche attraverso esemplificazioni operative di laboratorio;
  • elaborare l’analisi critica dei fenomeni considerati, la riflessione metodologica sulle procedure sperimentali e la ricerca di strategie atte a favorire la scoperta scientifica;
  • analizzare le strutture logiche coinvolte ed i modelli utilizzati nella ricerca scientifica;
  • individuare le caratteristiche e l’apporto dei vari linguaggi (storico-naturali, simbolici, matematici, logici, formali, artificiali);
  • comprendere il ruolo della tecnologia come mediazione fra scienza e vita quotidiana;
  • saper utilizzare gli strumenti informatici in relazione all’analisi dei dati e alla modellizzazione di specifici problemi scientifici e individuare la funzione dell’informatica nello sviluppo scientifico;
  • saper applicare i metodi delle scienze in diversi ambiti.

Gli approfondimenti scientifici di carattere disciplinare, multidisciplinare e laboratoriale avranno anche valore orientativo al proseguimento degli studi e verranno proposti, ove possibile, in collaborazione con Università, Enti di ricerca e Musei presenti sul territorio anche con stages presso gli Enti stessi. Nel LS il piano orario degli studi relativi alle Scienze naturali (Biologia, Chimica, Scienze della Terra) è di 66 ore nel primo biennio, e di 99 ore nel secondo biennio e nell’ultimo anno.

Nel LSSA il piano orario degli studi relativi alle Scienze naturali (Biologia, Chimica, Scienze della Terra) è di 99 ore nel primo anno, di 132 nel secondo anno e di 155 ore nel secondo biennio e nell’ultimo anno.

LEONARDO PTOF 2019_22.pdf
Scienze - Laboratori minimi obbligatori.pdf
Scienze - Liceo Scientifico.pdf
Scienze - Liceo Scientifico opzione Scienze Applicate.pdf