imagealt

RELAZIONI E PROGETTI CON UNIVERSITÀ E CENTRI di RICERCA - FISICA


Docente incaricato: Prof.ssa PAOLA DIENER

La prof.ssa Paola Diener si è laureata con lode in Fisica Teorica presso l'Università Federico II di Napoli. Ha conseguito il Master in Fisica Matematica presso la SISSA di Trieste. Nel 2000 ha conseguito l'abilitazione all'insegnamento di matematica, fisica, elettrotecnica e scienze matematica nelle scuole medie (concorso ordinario). Ha ottenuto il ruolo quale vincitrice di concorso ordinario dapprima alle scuole medie (2000) e in seguito alle superiori (2004). Dal 2006 è in servizio quale docente di Matematica e Fisica preso il Liceo Galilei, dove occupa il ruolo di funzione strumentale dal 2015

Nella carriera di docente ha stretto collaborazioni con l’Unità di Ricerca in Didattica della Fisica (URDF) di Udine, proponendo e partecipando a vari corsi di formazione messi in atto dall’URDF fra i quali il Progetto di innovazione didattica PID-SU 25"Ottica e Fisica Moderna: un percorso verticale per la fisica moderna"   e il Progetto di innovazione didattica PID-SU 26    "Massa ed energia: dalla fisica classica a quella moderna"

Ha condotto in collaborazione con alcuni docenti del liceo attività didattiche riconosciute a livello nazionale che hanno portato alla scuola premi fra cui due Premi Gold-Indire per la didattica innovativa con due esperienze didattiche: “Dipendenza della velocità di discesa di uno sciatore dalla sua massa” e “La Brachistocrona nello slalom”e il Premio AIF Antonella Bastai Prat con il lavoro “Il suono un contesto per capire le Onde”.

Ha partecipato e vinto il bando “Progetto nuove idee per la didattica laboratoriale nei licei scientifici” finanziato nell’ambito del progetto LS-OSA (MIUR).

 

Finalità della funzione strumentale

  • ricognizione e coordinamento dei bisogni d’orientamento post secondario nell’ambito scientifico, tecnico e tecnologico (nonché coordinamento per l'attuazione delle iniziative)
  • cura e promozione dei rapporti e delle collaborazioni con le Università della Regione, con gli istituti e gli enti scientifici del territorio regionale, nazionale, europeo
  • collaborazione con numerosi enti di ricerca presenti sul territorio; le iniziative che vengono intraprese tenuto conto di questo fattore, sono quelle di individuare eventi formativi in grado di coinvolgere gli allievi in prima persona.
  • partecipazione attiva alla progettazione di percorsi formativi, autonomi o attuati in collaborazione con enti esterni, hanno lo scopo di fornire agli studenti elementi utili all’orientamento.
  • individuazione della fisica come possibile disciplina di seconda prova ha messo in evidenza la necessità di una revisione dei tempi e delle modalità di attuazione del curricolo di fisica. Di fatto sono mutate le competenze richieste in uscita.

   Il piano operativo messo in atto si sviluppa con lo scopo di fornire un valido contributo per:

  • rendere più evidente il contenuto di innovazione che contraddistingue il nostro liceo.
  • dare allo studente del Galilei l’opportunità, tramite la scuola, di arricchire le proprie conoscenze e di vivere situazioni che lo portino ad interagire in modo significativo con realtà e persone anche al di fuori del contesto scolastico.
  • rinnovare il curricolo di fisica del liceo per renderlo più coerente con lo sviluppo della scienza moderna e con le competenze richieste in uscita.